Ricerca Avviata

Misure di semplificazione per accesso all' esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico delle lavoratrici madri- dipendenti a tempo indeterminato

Pubblicato in data: 27 mar 2024
Ultima Revisione in data: 27 mar 2024

Com’è noto, la legge 30 dicembre 2023 n. 213 ha introdotto il cosiddetto “Bonus mamme”, ovvero l’esonero della contribuzione previdenziale, fino a un massimo di 3000 euro annui, per le lavoratrici madri. In particolare, l’articolo 1, comma 180 riconosce l’esonero alle lavoratrici madri di tre o più figli, con rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato, per i periodi di paga dal 1° gennaio 2024 al 31 dicembre 2026 e fino al mese di compimento del diciottesimo anno di età del figlio più piccolo. In via sperimentale, il successivo
comma 181 riconosce il medesimo esonero anche alle lavoratrici madri di due figli, con rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato, per i periodi di paga dal 1° gennaio 2024 al 31 dicembre 2024 e fino al mese del compimento del decimo anno di età del figlio più piccolo.

Al fine di agevolare l’accesso all’esonero in argomento e in un’ottica di semplificazione dei processi amministrativi in carico alle segreterie scolastiche, questa Amministrazione mette a disposizione del personale scolastico (dirigenti scolastici, personale docente ed educativo e personale ATA) un applicativo informatico,accessibile dal SIDI, mediante il quale le lavoratrici madri potranno comunicare la volontà di beneficiare della misura, nonché i dati necessari a verificare la sussistenza dei requisiti che determinano il diritto al beneficio.


L’applicativo rientra nel programma per la semplificazione portato avanti da questo Ministero che haindividuato, tra le priorità strategiche, lo snellimento delle procedure amministrative e la razionalizzazione dellavoro del personale assegnato alle segreterie scolastiche. Tale strumento digitale, infatti, consente unapresentazione facilitata della domanda di esonero da parte delle lavoratrici madri, mediante la semplice compilazione di un format con le informazioni necessarie, velocizza il riconoscimento della misura grazie alla verifica automatizzata del possesso dei requisiti e non prevede operazioni procedurali a carico delle segreterie. Se riconosciuto, l’esonero verrà quantificato secondo quanto previsto dalle disposizioni vigenti e accreditato direttamente alla lavoratrice madre beneficiaria tramite il sistema NoiPa.

La Circolare dell’INPS n. 27 del 31 gennaio 2024, a cui si rimanda anche per chiarimenti sulle condizioni dispettanza della misura, prevede anche la possibilità di comunicare le informazioni necessarie direttamente all’INPS, mediante apposito applicativo che sarà reso disponibile sul portale istituzionale dell’Istituto. Si invitano, pertanto, i Dirigenti scolastici a dare adeguata informativa ai docenti e al personale ATA delle proprie istituzioni scolastiche delle indicazioni sotto riportate relative alle modalità e alle tempistiche di
presentazione della domanda per beneficiare dell’esonero previsto dall’art. 1, commi 180-182, della Legge 213/2023.

SI ALLEGA:

NOTA MINISTRIALE

ISTRUZIONI OPERATIVE

Allegati